RSS

LA GENERAZIONE X

07 Set

Oggi è un giorno speciale per me, è il giorno in cui compio 40 anni! Non sono avvezzo a festeggiare i miei compleanni ma questa è un età speciale, un vero e proprio giro di boa..tirando le somme sono contento di quello che sono, di quello che ho fatto ed anche di quello che sono stato poichè mi ha permesso di essere quello che sono oggi.

L’altro giorno mi sono fermato a vedere su Repubblica Tv una puntata che aveva per argomento proprio la mia generazione, quella dei quarantenni. Ho notato che gli ospiti, che si ritenevano esperti, avevano delle difficoltà ad esprimere un parere congruente sulla mia generazione.  Ritengo che esprimere un parere generale rischia di essere solo generalizzante..e poi si parlava senza alcun dato statistico, quindi privo di fondamenti forti.

Quello che si è espresso in quella sede sono opinioni e come tali vanno prese. ora esprimerò la mia di opinione ma prendetela con le molle perchè è solo la mia versine di una storia.

Credo che la storia dei quarantenni sia stata una bella storia fino ad un certo punto. Siamo cresciuti con dei valori, siamo cresciuti per lo più in famiglie solide, in un ambiente sociale non ancora in disfacimento (molto distante da quello di oggi), siamo cresciuti con qualche punto fermo ed i piedi piantati per terra.

I nostri problemi sono sbocciati quando ci siamo scontrati con il mercato del lavoro. Qualche lavoro negli anni novanta c’era ancora..ma che lavori? E noi che venivamo da una Università che ci aveva illusi di poter spaccare il mondo..e poi? E poi è successo che ci siamo trovati tutte le porte chiuse, in particolare quelle di ruoli di responsabilità.  E quindi c’è chi si è accontetato facendosi cullare dalla sicurezza e chi si è disperato e chi si è rimboccato le maniche reinventandosi (pochi). Ci siamo trovati davanti i cinquantenni, i sessantenni e poi i raccomandati.

Credo però che sia giunto il nostro momento, sono certo che siamo pronti per proporci quali costruttori di una nuova società. Questa società ha bisogno di linfa nuova, di nuove idee, di slancio. L’attuale classe dirigenziale (politica e non) è stanca, demotivata, al capolinea. Si è attaccata al potere in maniera autoreferenziale e la gente la rifiuta in blocco! Cari Signori andatevi a godere i vostri bei soldini e fate spazio è nel decorso naturale delle cose!

Non credo che ci sia da aspettare che qualcuno ci conceda qualcosa, credo che dobbiamo essere noi propositivi lavorando sul cambiamento attraverso la passione e la forza morale.

Questo è un messaggio di grande fiducia e speranza (al contrario di molti messaggi che ho sentito essere spenti e rassegnati), forza è arrivato il nostro momento.

Con il cuore

Luigi

 

Annunci
 

Tag: , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: