RSS

ROMPO IL SILENZIO SULLA POLITICA

18 Lug

Ebbene si oggi ho deciso rompo il silenzio sulla politica sul mio blog comunicando e dintorni. Il vaso è colmo, abbiamo oltrepassato tutti i limiti.

Spiego le mie ragioni. Dopo aver sopportato una distruzione quasi totale del mio paese, della mia nazione.  Dopo aver sopportato una iniquità sociale devastante, un  impoverimento culturale, l’affossamento della scuola, della sanità e di tutto ciò che è pubblico. Assisto indignato all’ennessima burla sulla pelle del cittadino. Una Manovra finanziaria profondamente ingiusta, una manovra che impoverisce ancora di più ed affossa profondamente un paese che difficilmente troverà le forze per potersi rialzare. Danno su danno..Un manovra economica presentata come la panacea di tutti i mali che come al solito tocca la classe media, non aiuta gli imprenditori, non agevola nuove imprese in partenza a meno che non si abbiano dei requisiti anagrafici stringenti. 

Ormai è ufficiale quella che abbiamo chiamato la classe media, che un tempo si chiamava borghesia, ossia la grandissima parte degli Italiani è povera o sta insesorabilmente scivolando verso la povertà.  Tremonti ha giustificato questa follia con l’esigenza dell’urgenza e dell’inevitabilità. Dobbiamo fare sacrifici.. Dobbiamo chi? Voi state facendo sacrifici, voi deputati, parlamentari, senatori, management pubblico state facendo sacrifici? Dimostratelo!

Un paio di domande ai signori della sinistra e dintorni:

COME MAI NON AVETE APPROVATO L’ABOLIZIONE DELLE PROVINCE?

COME MAI AVETE DATO L’OK AD UNA MANOVRA TRA LE PIU’ INIQUE DEGLI ULTIMI 50 ANNI?

COME MAI NON AVETE LOTTATO PER ELIMINARE I VOSTRI PRIVILEGI?

Tre semplici domande a cui non sapreste rispondere se non arrampiocandovi sugli specchi. Perchè non potete rispondere a ciò che è profondamente ingiusto (e lo sapete benissimo). Con che faccia andate a presentarvi davanti ai telegiornali? Con che faccia?

Voi non amate questa nazione, voi rappresentate soltanto voi stessi ed i vostri privilegi, voi non avete a cuore giovani, anziani e famiglie. Voi non difendete le categorie più deboli. Voi non amate l’Italia. Vi presentate al 150° dell’Unità diprezzando profondamente questo paese.  Non avete la minim idea di cosa significhi senso del bene comune, senso dell’unità. Unità tra di voi, quando si tratta di difendrvi a spada tratta (quando stanno per toccarvi i vostri beni).

Signori voi non rappresentate nessuno. Voi non rappresentate me, i miei figli, e chiunque rappresenti la parte onesta e pulita del paese. Da oggi io rapprsenterò me stesso e mi auguro che  così faccia la parte migliore del paese che si assuma la responsabilità nel proprio piccolo di procedere all’operazione di salvataggio del paese!!! Ciascuno di noi assuma l’onere, la responsabilità di essere sempre migliore, di essere onesto/a, di salvaguardare quel che è rimasto di buono in questa Nazione saccheggiata.

Sono profondamente indignato ed esprimo civilmente la mia indignazione sul web.  Chiedo scusa ai miei lettori abituali ma non potevo mantenere a lungo un silenzio su questioni che riguardano la mia famiglia, i miei figli ed i miei concittadini.

 

 

 

Annunci
 

Tag: , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: