RSS

Ti piace vincere facile?

14 Mag

Qualche giorno fa parlavo con la mia editrice, Cristina, che molto amorevolmente mi spiegava come funziona la logica del mercato editoriale. Finché sei uno sconosciuto e pubblichi con case editrici minori non compari in libreria. Non solo non compari in libreria ma c’è la seria possibilità che il tuo libro non venga mai ordinato.
Quindi la logica perversa è se io divengo famoso e vendo qualche migliaia di copie allora le librerie mi prenderanno in considerazione.. altrimenti il mio libro lo pubblicizzerò io attraverso altri canali.

HO SUCCESSO ERGO ESISTO.

Questa logica mi sembra pervada buona parte della società.
Se io faccio corsi affollati vengo preso in considerazione come formatore altrimenti cado nell’oblio. Se faccio coaching con personaggi influenti mi ritroverò con l’agenda piena.

Discutevo su un forum di politica ed un interlocutore mi spiegava che oggi conviene stare con il Movimento 5 stelle che è in auge. Io che scelgo un partito giusto che oggi non ha alcuna visibilità sto sbagliando perché non ho chance. Poi lo stesso interlocutore mi spiegava che in un secondo momento quando il partito che io scelgo avrà successo potrebbe anche cambiare idea e saltare sul carro..

Hai presente quella pubblicità che recita ti piace vincere facile? Come dire ad esser buoni sembra un sano opportunismo. Se tu conti io ti vengo dietro altrimenti non ti appoggio..

Pensate se l’umanità avesse sempre ragionato in questi termini avremmo mai avuto progresso??

Il meccanismo è questo, non si aiuta chi ha talento e desiderio di portare messaggi importanti ma chi ha già visibilità e successo. Su quest’ultimo carro sono tutti pronti a saltare su, su quello dell’emergente no.
Questa è la logica consumistica, del successo, del risultato. Tutto è finalizzato alla quantità.

Non c’è interesse al percorso, alle difficoltà incontrate, alle emozioni vissute. Non c’è desiderio di creare processi ma soltanto attenzioni rivolte alla finalità.

Eppure è proprio innanzi alle sfide impossibili che si riesce ad evolvere. Di fronte alle sfide difficilissime che noi comprendiamo com’è strutturata la nostra interiorità.
E come ho già scritto quando il gioco si fa duro i duri giocano.

E tu cosa ne pensi?

Con il cuore
Luigi Miano

Annunci
 

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: