RSS

SENZA VIA DI USCITA?

30 Gen

Il 21 dicembre 2012 molti hanno ironizzato sul fatto che non sia accaduto nulla di tragico e che la terra non sia stata spazzata via. La fine del mondo non è arrivata. O almeno la fine del mondo come molti la hanno intesa. In realtà ritengo che le profezie si stanno realizzando in pieno. L’accelerazione energetica della terra sta producendo delle situazioni particolari nelle nostre esistenze. Mi spiego meglio: si stanno producendo sempre più nelle vite di molti ed a breve nelle vite di tutti delle situazioni senza via di uscita.

senza via di uscita

Vuoi degli esempi?

Mi trovo in un posto di lavoro opprimente, in cui vengo mobizzato oppure in cui svolgo un lavoro che detesto ma non posso fare a meno di lavorare perché ho il mutuo e tre figli da sfamare. Oppure io e mia moglie ci detestiamo ma dobbiamo stare insieme per forza perché uno dei due altrimenti finisce sotto i ponti oppure per il rispetto ed il bene dei figli. La mia impresa non va bene ma devo andare avanti per il senso di responsabilità nei confronti dei mie dipendenti oppure perché mi sono impegnato anche le mutande!

Sono situazioni limite molto diffuse oggi e che si vanno ampliando a macchia d’olio. Quali sono le conseguenze di queste situazioni? Tanto dolore emozionale a volte insopportabile che porta fin allo sfinimento..e che in alcuni casi portano a decisioni estreme purtroppo.

Di fronte a queste situazioni posso scegliere due strade:

  • Strada A la fuga dal dolore. Non lo sopporto e quindi preferisco scappare, fare finta di nulla. ma il dolore ci sarà e si riproporrà ancora più forte;
  • Strada B la via alchemica della trasmutazione;

La strada A è la via più battuta e praticata. Basta guardare nelle nostre vite ed in quelle di chi ci circonda. Non ci si chiede nulla, si rifiuta gli accadimenti, si ritiene di essere vittime del mondo esterno. Ci si lamenta, si fugge, ci si ammazza o si ammazza. Ancora molta parte del genere umano si trova in questa condizione. Non è una soluzione è semplicemente un rimandare.

La strada B è la via più complicata ma è l’unica strada che porta verso una soluzione.

In cosa consiste la strada B in pratica?

Tre parole che riassumono tutto: VOLONTA’, AMORE/ COMPASSIONE, RIGORE.

Vado nel dettaglio la VOLONTA’ consiste nel non lasciare il dolore, anzi nello starci dentro osservandolo senza giudizio. Quel corpo di dolore è parte di noi e come tale non più essere rifiutato senza rifiutare noi stessi. Il dolore va attraversato, va compreso, sentito come una parte di un tutto. Il corpo di dolore va compreso.

Esso va inoltre guardato con occhi compassionevoli e con il cuore aperto ricco di amore. E’ come accogliere un figliolo che si è perso e poi ritrovato. E’ il figliol prodigo. Bisogna avere la forza interiore di andare molto a fondo di noi stessi nelle zone più recondite. Senza giudizio, senza rabbia ma con emozioni elevate.

Il RIGORE richiede una costanza micidiale nel lavorare con noi stessi. Osservando tutti i nostri processi interiori in uno stato di presenza costante durante tutto il giorno. Senza mai perderci nella mente e nella personalità. evitando di ricadere nel sonno verticale.Chiedendoci costantemente cosa mi sta succedendo in questo momento. E sapendo di esserci al di là del corpo e della mente. Trovando e cercando costantemente l’Essere che non è mente. NON TRASCORRERA’ UN SOLO GIORNO SENZA CHE SIA STATO FATTO UN LAVORO SU DI NOI.

Questo enorme lavoro produrrà risultati incredibili. Scioglierà i blocchi emozionali ed i dolori. E soltanto dopo sbloccherà le situazioni in cui ci troviamo senza via di uscita apparente. Sarà lo stesso fluire della vita che porterà verso la situazione di sblocco. Non ci saranno atti di forza, azioni impetuose, fughe dalla realtà che si sta vivendo.

Occorre avere il GRANDE CORAGGIO DI STARE PIENAMENTE NEL MOMENTO E NELLA SITUAZIONE CHE SI STA VIVENDO. Vivendola, respirandola, assimilandola, accettandola incondizionatamente.

Dato che l’essere umano non ha deciso sino a qui di lavorare per la sua evoluzione personale di spontanea volontà ha bisogno che siano gli accadimenti della vita a portarlo di fronte ad un burrone in cui può ancora scegliere: lavoro su di sé oppure distruzione.

I tempi stringono, e le cose accadono con una velocità impressionante. Ed ecco che molti, moltissimi si trovano a vivere situazioni costrittive, che mettono con le spalle al muro. e fino all’ultimo potrai esercitare il libero arbitrio ma il cerchio si stringerà sempre di più.

Io stesso sono stato messo di fronte ad una situazione di questo tipo e dopo tanti anni ho affrontato il corpo di dolore con VOLONTA’ AMORE E RIGORE. 

La mia vita sta ricominciando a fluire al di fuori di quel blocco. Ma ho guardato in faccia il dolore e non l’ho giudicato, l’ho accettato incondizionatamente fino ad amarlo. Si è poi disciolto come neve al sole e le sue energie sono state trasformate. Questa è la via della trasmutazione alchemica.

Annunci
 

Tag: , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: