RSS

Archivi tag: professionalità

QUANTO VALI NEL TUO LAVORO?

ESERCIZIO PER LA DETERMINAZIONE DEL TUO VALORE PROFESSIONALE

A premessa di questo post sul tuo valore professionale voglio specificare alcuni punti importantissimi (a mio parere):

  1. il lavoro o amore in azione come preferisco chiamarlo, è importantissimo ed occupa una porzione di vita grandissima. Non si può relegare il lavoro a funzioni marginali e pensare che la propria gioia derivi da tutto il resto (quando mediamente trascorriamo 8 ore al giorno 5 giorni su 7 almeno). Quindi noi abbiamo il dovere ed il diritto di cercare di svolgere il mestiere in cui possiamo esprimere tutte le nostre potenzialità, essere nella gioia mentre si lavora sapendo di poter dare un contributo all’umanità;

  2. il lavoro deve creare le condizioni per poter mettere alla prova i propri doni, talenti e capacità. Non dovremmo sentirci incompresi, inespressi o frustrati;

  3. il lavoro deve permettere di realizzare autonomia e libertà e permettere all’essere umano di non dover dipendere da nessuno. Il lavoro dovrebbe permettere di sganciarti dalla ricerca di approvazione o consenso. E’ come realizzare una opera artistica e mentre la realizzo non cerco pareri o consensi, lo faccio e basta! Poi metterò a disposizione di un pubblico quell’opera.

  4. Il tuo valore dipende esclusivamente dalla percezione che tu hai di te e del tuo lavoro e la tua fede rimane intatta nonostante tutto.

Valore professionale

Ed ora passiamo all’esercizio di auto determinazione del tuo valore professionale.

Cerca un angolo di pace e dedicati il tempo sufficiente a rispondere a queste domande.

  • Pensi di esprimere tutti i tuoi valori, il tuo mondo interiore, i talenti attraverso la tua attività?

  • Mentre svolgi il tuo lavoro ti senti in un flusso in cui perdi riferimenti spazio temporali?

  • Che contributo pensi di dare agli altri, al mondo attraverso la tua attività?

  • Quale è la differenza che pensi di fare nella vita delle persone?

  • Perché ha valore ciò che doni attraverso la tua opera?

  • Quanto pensi sia giusto che tu venga pagato?

  • Oltre al guadagno cosa pensi di meritare in cambio della tua opera?

  • Qual è la tua visione tra 5, 7 e 10 anni del tuo lavoro e della tua organizzazione?

Di questo e molti altri importantissimi argomenti parleremo nel Corso Azienda Quantistica che si svolgerà a Roma il 14 marzo http://www.luigimiano.com/la-quantistica-azienda-la-volta-roma.

Annunci
 

Tag: , , , , , , , ,

IL LAVORO: 60% DELLE ORE UTILI

Prendo spunto ancora una volta dal bellissimo ed estremamente pratico “Le piccole grandi cose”, di Tom Peters.

Leggete attentamente le sue parole che sono di una logica sferzante: “Supponiamo che il vostro consueto orario di lavoro sia dalle 8.15 alle 17.30…la giornata lavorativa è dunque pari a 9 ore e 15 minuti: 8 ore e 45 minuti sottraendo la pausa pranzo. Ciò equivale a dire che, dal lunedi al venerdì, trascorrete al lavoro 8 ore e tre quarti su 15, ossia il 60% delle vostre ore utili. Il che significa che se vivete malamente le ore di lavoro, state buttando via più di metà delle vita in stato vigile“.

Parole estremamente logiche e schiaccianti. Non si scappa, più della metà della nostra esistenza (in età attiva) è trascorsa al lavoro.

 E’ UNA ENORMITA’!

Non credete a chi vi dice ma che mi frega del lavoro tanto io fuori ho mille interessi…chi dice questo si sta ingannando. Perchè quelle 9 ore e 1/2 dovrebbero essere trascorse nel migliore dei modi.

Quindi se sei un imprenditore hai la responsabilità di rendere l’ambiente di lavoro più qualitativo possibile. Hai la responsabilità di accertarti che tutte le tue risorse, dalla prima all’ultima, siano messe nelle condizioni di esprimere il meglio.

Se sei un dipendente cerca di rendere il tuo lavoro più appagante ed interessante possibile. Se questo non è proprio possibile RIQUALIFICATI E RIMETTITI IN GIOCO SUL MERCATO. Non pensare alla pensione, non pensare che ti mancano 10 anni. Stai bruciando il presente e le oppurtunità che esso offre.

Se sei un professionista  chiediti sempre se quello che stai facendo è realmente quello che ami e se stai mettendo in gioco tutte le tue maggiori potenzialità.

Questo è un impegno solenne che assumerai con una decisione irrevocabile per rendere la tua qualità di vita migliore. Non lasciar trascorrere del tempo inutilmente, fallo subito. Datti da fare e studia una strategia per uscire da una situazione di stallo.

ASSUMITI LA RESPONSABILITA’ DI TARSCORRERE DELLE GIORNATE LAVORATIVE CHE ABBIANO UN SIGNIFICATO PROFONDO PER TE!

Non buttare via oltre metà della tua esistenza!

 

 

Tag: , , , , , , ,

LA TEORIA DELLO SCAMBIO EQUO

Fino a qualche tempo fa ritenevo che la migliore teoria , nell’ambito degli scambi, fosse quella del miglio in più. Mi spiego meglio, questa teoria di Og Mandino poggia sull’idea che se diamo qualcosa in più agli altri gratuitamente si creerà un senso di riconoscimento che darà i suoi frutti. Legge molto interessante basata su uno dei principi della persuasione.
Sono sincero, essendo di animo generoso, ho creduto molto in questa teoria applicandola a man bassa. L’ho fatto perchè se mi si chiede aiuto lo faccio senza pensare al riconoscimento immediato. Ed allora ho dato senza sosta, esagerando.
Poi ho purtroppo imparato sulla mia pelle che questo atteggiamento produce risultati opposti a quelli che mi sarei aspettato. Crea aspettative, allontana, non attrae riconoscimento anzi…
Mi sono di recente imbattuto in questo splendido libro, di uno dei miei autori preferiti John Demartini, http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__ricchi_essere_beati.php, che mi ha riportato alla realtà.

Il mio atteggiamento era illusiorio e stava decisamente danneggiando la mia professionalità.
Se io do valore aggiunto alla vita degli altri, se la mia attività fa la differenza è giusto che venga retribuita quanto merita. non è giusto nei miei confronti svilire la mia professionalità ed il mio bagaglio di conoscenze e capacità.

E non è giusto neanche nei confronti di chi riceve che va educato a valutare cosa significa scambio equo. Sto eliminando dal mio vocabolario la parola gratis, con molta fatica. Ogni tanto esce fuori la mia indole a donare e mi forzo.
Ritengo questo mio cambio di atteggiamento assolutamente giusto, corretto, equilibrato.

Sto imparando a vincere ed affrontare anche la mia difficoltà a chiedere denaro in cambio di prestazioni. Anche questa la cosa più naturale del mondo.


Mi interessa conoscere le tue esperienze al riguardo.

Con il cuore
Luigi

 

Tag: , , , , , , , , ,