RSS

Archivi tag: presenza

Agire senza agire; basta che agite!

Ho letto con molta attenzione l’ultima fatica letteraria di Salvatore Brizzi, Guerrieri Metropolitani, Combattere fuori per vincere dentro, edizioni Anima.

Nella prima parte sono espressi alcuni concetti esoterici profondi ed essenziali per chi come me è verso un cammino di totale servizio.

Salvatore, attraverso il pensiero di Draco Daatson antico combattente, afferma che per permettere al Vril (allo spirito) di scorrere all’interno di noi, bisogna sparire come personalità, farsi da parte. Non siamo noi a fare qualcosa ma le cose accadono per lo scorrere naturale della vita, attraverso di noi.

la lotta con l'ego

L’atto in sè, al di fuori dello spazio e del tempo e soprattutto dell’ego, diviene una produzione artistica unica, meravigliosa e vincente. L’atto ottiene il massimo dell’efficacia quando si lascia andare il risultato e si concentra unicamente sul momento presente.

Questo step evolutivo che sento profondamente presente in me mi ha fatto sentire in crisi rispetto a tutto ciò che ho conosciuto ed ho divulgato fino ad oggi. Perché mi sono chiesto se devo sparire come personalità allora che senso ha parlare di obiettivi, fisica quantistica, legge di risonanza ed attrazione, Transurfing etc. ?

D’un tratto mi è sembrato tutto inutile..

E allora mi è sembrato di entrare in uno spazio di accoglienza in cui ci si potrebbe anche non muovere mai..ed accettare ciò che è nello spazio presente.

Successivamente mi sono ricomposto psicologicamente e spiritualmente ed ho riflettuto su alcuni passaggi che qui elenco:

  • ogni concetto è legato ad un preciso momento della coscienza (sia del docente che del discente) e quindi ci sarà sempre lo spazio ed il tempo per parlare di tutto ( a meno che non si tratti di cavolate). Ben venga la fisica quantistica, attrazione etc. ;

  • sparire come personalità è uno stadio evolutivo estremamente avanzato e quindi bisogna arrivarci attraverso dei percorsi articolati. Non si può chiedere a chiunque di sparire così da un giorno all’altro, ci deve arrivare per step!;

  • questo concetto di farsi da parte, di sparire come ego, e non concentrarsi sui risultati potrebbe essere assunto (da chi non è pronto) come una enorme scusa per non agire. Penso a quelle persone che hanno grandi difficoltà a focalizzarsi sugli obiettivi e sull’azione (e sono tantissime posso assicurare), se dicessi loro di lasciare perdere il risultato e sparire come personalità si sentirebbero ancora più giustificate nella loro totale inazione. Oggi invece c’è un gran bisogno di insegnare alle persone (soprattutto del mondo spirituale) che è necessario organizzarsi, crearsi degli obiettivi, lavorare col denaro e farlo lavorare, faticare fisicamente nella materia. Prima c’è la necessità di imparare questi principi che sembrano scontati ma non lo sono affatto. Perché se io assegno la compilazione di obiettivi mensili ed annuale e dall’altra parte mi si chiede come faccio non posso stare li a menarmela sull’agire senza agire devo partire dalle basi. Ci arriverò in un secondo momento all’agire senza agire. Se non sono in grado di fare nulla nella materia, o creo solo organizzazioni fallimentari, posso raccontarmela per tutta la vita ma poi?;

  • si tratta quindi di principi affascinanti, di enorme crescita interiore ma da distillare con precauzione e con particolare attenzione allo stato di coscienza di chi riceve questa informazione;

  • oggi posso sentirmi pronto a ricevere questa informazione sentendola dentro ma ho macerato tantissimi anni nell’ego e nella materia, fallendo infinite volte!

E tu cosa ne pensi?

Perché non vieni a conoscerci il 17 e 18 a Torino? Clicca qui per le informazioni dettagliate degli eventi:

 https://www.smore.com/1tnhq-azienda-verticale-e-guarigione

 

 

Annunci
 

Tag: , , , , , ,

IL POTERE DELLA PRESENZA

Sono tanti anni che mi impegno in un percorso che richiede un intenso lavoro su di me.

Questo periodo è stato caratterizzato da tantissime letture e studio. Ci sono autori che hanno segnato profondamente la mia anima. Ci sono stati libri determinanti che riprendo costantemente in mano e posso rileggere ogni volta sotto una nuova luce.

Io sono ormai convinto che ogni stato di coscienza sia adatto a recepire ed assimilare determinati tipi di autori. E che se non riusciamo a “vedere” un libro è perché non siamo pronti.

La scorsa settimana ho avuto una giornata di full immersion in un mio corpo di dolore che si risveglia costantemente in un determinato contesto. Ho lavorato a fondo su questo corpo di dolore perché finalmente ho avuto la forza di guardarlo in faccia ed attraversarlo senza giudizio, lamentela o tentativo di fuga. In questo mi ha aiutato tantissimo un autore che sono anni che leggo ma costantemente non comprendo: Eckhart Tolle.

Grandissimo Maestro spirituale autore di un libro importante, best seller, Il potere di adesso. E’ un libro che in passato ho letto e riletto ma non ho mai veramente compreso. O meglio leggevo pagine su pagine che non riuscivo a guardare profondamente.

potere di adesso

E’ accaduta da giovedì scorso un accadimento sorprendente. Ho ripreso in mano il Potere di adesso ed Un nuovo Mondo del maestro Tolle e li ho sentiti dentro.

Quelle parole hanno lavorato dentro di me ed hanno scavato solchi nell’anima. Ho sentito di poter applicare tutto ciò che leggevo ed ho provato una gioia enorme.

E’ stato uno dei momenti più importanti della mia evoluzione.

Non soltanto ho compreso cosa sia il corpo di dolore ma anche come affrontarlo. Osservandolo senza giudizio, senza condanna e non esiliandolo. Ho compreso come quel corpo di dolore sia legato al passato emozionale. E come scrive Tolle dobbiamo lavorare sull’adesso trascendendo il passato e non vivendo per il futuro. C’è solo una verità: L’ADESSO.

Il dolore ha un significato profondo e va utilizzata l’energia che esso contiene. Il vero lavoro è quello alchemico: trasformare quell’energia dirigendola verso il cuore ed emozioni superiori. E’ possibile trasformare un grande lavoro in gioia autentica? Io rispondo di si con certezza perché l’ho vissuto sulla mia pelle.

Sai qual è la sintesi suprema del messaggio di Tolle?

Oltre al Potere di adesso è che noi possiamo acquisire potere interiore e gioia attraverso una costante osservazione interiore. Essere presenti, accorgersi, sentire cosa sta accadendo dentro di noi senza alcuna identificazione. Accettare ciò che è in quel momento e renderci testimoni.

OSSERVAZIONE CONSAPEVOLE ECCO IL SEGRETO

E quando si scioglie il nostro corpo di dolore non dobbiamo alimentarlo attraverso il giudizio ma attraversarlo con l’accoglienza.

Senza identificarci con esso perché tutto ciò con cui ci identifichiamo è ego.

Il mondo, come scrive Tolle, è forma. La pace è spazio.

Oltre la forma c’è l’essenza, oltre i pensieri, le emozioni e le identificazioni c’è la nostra vera essenza.

Io sono ciò che sono oltre il tempo e lo spazio: tutto questo è PRESENZA(Satori).

La bellezza è riconoscibile soltanto in assenza di mente, quest’ultima non può riconoscere né creare la bellezza.

 

Con il cuore

 

Tag: , , , , , , ,